Otto milioni di euro per il recupero di Hotel e Funicolare di San Pellegrino Terme

L’Accordo di programma, sottoscritto nel 2007 tra Regione Lombardia, Provincia di Bergamo, Comune di San Pellegrino Terme, Sviluppo San Pellegrino Srl e San Pellegrino Corporation Srl, prevede il recupero della Funicolare Vetta e del Parco adiacente e del Grand Hotel

12 gennaio 2016
Guarda anche: Provincia

Hotel San Pellegrino Terme

“Sono molto soddisfatto per questa decisione di integrazione dell’Accordo di programma. Nella prima settimana di febbraio torneremo a San Pellegrino
Terme, faremo una seduta di Giunta regionale e formalizzeremo l’AdP”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenendo alla presentazione dei contenuti dell’atto integrativo all’accordo di programma di San Pellegrino Terme (Bergamo).

PRESENTI ASSESSORI REGIONALI E SINDACI VAL BREMBANA

All’incontro, nella sala consiliare del Comune, hanno partecipato anche l’assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile, Claudia Maria Terzi, e il sottosegretario di Regione Lombardia ai Rapporti con il Consiglio regionale, Politiche per la Montagna, Macroregione alpina (Eusalp), Quattro
motori per l’Europa e Programmazione negoziata Ugo Parolo. Presenti, oltre al sindaco di San Pellegrino Vittorio Milesi, i primi cittadini dei Comuni della Val Brembana e Gianluca Spinelli, Project Manager Gruppo Percassi.

DA REGIONE 8 MILIONI

L’integrazione dell’Accordo, sottoscritto nel 2007 tra Regione Lombardia, Provincia di Bergamo, Comune di San Pellegrino Terme, Sviluppo San Pellegrino Srl e San Pellegrino Corporation Srl, prevede il recupero della Funicolare Vetta e del Parco adiacente, con un contributo regionale di 5
milioni di euro e il recupero del Grand Hotel, con un contributo regionale di 3 milioni.

ATTENZIONE E CONCRETEZZA

“Due sono le cose che ci guidano quando decidiamo di finanziare iniziative sui territori – ha spiegato il presidente Maroni – concretezza e attenzione.
‘Concretezza’ vuol dire che c’è un bel progetto di rilancio turistico e occupazionale della Val Brembana, allora bisogna trovare risorse. ‘Attenzione’ significa ascoltare e soddisfare le esigenze del territorio, dei territori”.
“La Regione Lombardia – ha proseguito il presidente – ha 10 milioni di abitanti, metà del nostro territorio è montano e per
questo abbiamo un’attenzione speciale per la montagna”.

Tag:

Leggi anche: